La personalità nella tradizione Indiana

Pancha Kosha, Tridosha e Triguna. Tre concetti fondamentali che testimoniano l'interesse per lo studio della personalità nell'India antica.

 

L' interesse per lo studio della personalità ha in India origini lontane. Possiamo individuare tre concetti fondamentali che, da una prospettiva filosofica, hanno contribuito allo sviluppo della psicologia indiana. Sono: Pancha Kosha, Tridosha e Triguna. Il Tridosha e il Triguna condividono i costituenti, cioè i Pancha Maha Bhutas che li definisce e li caratterizza nelle varie composizioni e gradi.

Il Pancha Kosha, che compare per la prima volta nella Taittiriya Upanishad, utilizza il concetto di "involucri" per la comprensione della personalità umana, ed è il primo riferimento dal punto di vista psico-filosofico indiano.

 

La comprensione della personalità in base ai principi del Pancha Mahabhuta ha quale riferimento il Samkhya, cioè una delle sei Darsana della filosofia indiana con la quale condivide questo importante concetto. Possiamo definirla come composizione di cinque elementi: etere, aria, fuoco, acqua e terra. L'equivalente Sanscrito di questi termini è Akasa, Vayu, Agni, Ap e Prithvi.

Questi cinque elementi, combinati in forme e gradi diversi, costituiscono il Tridoha cioè i tratti fisiologici di Vata, Pitta e Kapha.

 

Il concetto di Triguna fa riferimento agli attributi psicologici responsabili del comportamento che sono Sattva, Rajas e Tamas anch'essi costituiti, in differenti combinazioni e gradi, dagli stessi Pancha Mahabhuta che come abbiamo visto costituiscono il Tridosha. Questi due concetti, Tridosha e Triguna, insieme costituiscono l'unità olistica di corpo-mente-spirito. Studiata e sperimentata dalla metodologia ayurvedica tramandata attraverso i millenni.

 

Stampa Stampa | Mappa del sito
© www.psicologiayurvedica.it Via Italia 38 10090 San Raffaele Cimena